• Svezia

    Diario Svedese – scritto n.68: dieci anni

    L’autore riflette brevemente sul lungo viaggio. Un viaggio ancora in corso Dieci anni da quel lontano quindici settembre 2010. Oggi è l’anniversario della mia partenza dall’Italia. Una valigiona stile anni ’70, giacca pesante e emozioni contrastanti. Ricordo ancora quando incontrai un tizio, qualche mese dopo la partenza, una sera al bar. Mi pare fosse cecoslovacco. Gli chiesi da quanto tempo fosse a Stoccolma. “Dieci anni”, rispose con un sospiro pregno di stanchezza. Mai avrei pensato che sarei a mia volta rimasto così a lungo. Addirittura si fecero scommesse su quanto sarei resistito, a casa! Da allora ho incontrato persone che sono diventate amiche, altre le ho ahimè perse. È stata…

  • Svezia

    Diario svedese – scritto n.67: addio Santo

    È un articolo pesante, quello che mi accingo a scrivere. Ho purtroppo ricevuto notizia della morte di un caro amico, Santo, stroncato da un infarto nel sonno, il giorno di Pasqua. Santo fu una delle prime persone ad aiutarci all’inizio della nostra avventura. Conosciuto sul forum Mondosvezia, si offrì fin da subito di assisterci nella non facile impresa di ambientarci in un Paese sconosciuto.Noi poco più che ventenni, ci ospitò a casa, consigliò e motivò nei momenti di difficoltà. Siciliano doc e riminese di adozione era calmo e pacato, sempre con una parola di conforto.Di lui vive forte il ricordo anche in questo blog, avendolo citato spesso nei primi articoli.…

  • Svezia

    How to survive the Swedish winter

    The author describes the strategies for facing the long Swedish winter Nota: questo articolo è disponibile in italiano qui 🇮🇹 Note: The article contains affiliated links. Purchasing the linked products will provide me a small commission. Thanks ❤️ The following article is possibly the longest I have ever written, and rightly so. I am about to describe the most known and feared amongst the many faces of Northern Europe: the long, cold, dark and poetic Swedish winter. And in this post I will be describing how to best face it.

  • Mixed Thoughts,  Svezia,  WWOOF

    Diario agreste – scritto n.1: Arrivederci Svezia, nuovi inizi

    E ci risiamo. L’autore nuovamente in viaggio alla ricerca di risposte. Questo scrivevo il 13 Agosto 2010: Cercherò di resistere a Stoccolma almeno tre mesi, confrontandomi con il gelido e buio inverno svedese, con una lingua che è ancora un abisso oscuro, con un mondo del lavoro ignoto. Da solo. Tre mesi sono diventati otto anni e mezzo, l’inverno l’ho confrontato svariate volte, la lingua bene o male la parlo, il mondo del lavoro l’ho conosciuto. Ed il viaggio l’ho iniziato sì da solo, ma percorso in compagnia.Quando lasciai l’Italia lo feci nella consapevolezza di non essere dove volessi, chi volessi. La Svezia mi ha dato aiuto nel trovare me…