Diario agreste – scritto n.1: Arrivederci Svezia, nuovi inizi

E ci risiamo. L’autore nuovamente in viaggio alla ricerca di risposte.

Questo scrivevo il 13 Agosto 2010:

Cercherò di resistere a Stoccolma almeno tre mesi, confrontandomi con il gelido e buio inverno svedese, con una lingua che è ancora un abisso oscuro, con un mondo del lavoro ignoto. Da solo.

Tre mesi sono diventati otto anni e mezzo, l’inverno l’ho confrontato svariate volte, la lingua bene o male la parlo, il mondo del lavoro l’ho conosciuto. Ed il viaggio l’ho iniziato sì da solo, ma percorso in compagnia.
Quando lasciai l’Italia lo feci nella consapevolezza di non essere dove volessi, chi volessi. La Svezia mi ha dato aiuto nel trovare me stesso, in un percorso costellato di emozioni, successi, scoperte, incontri, fallimenti.

Leggi tutto “Diario agreste – scritto n.1: Arrivederci Svezia, nuovi inizi”