Diario svedese – scritto n.46: esiti

Attese risposte in seguito ai colloqui.

Questa mattina è giunta l’attesa chiamata dal capo-tecnico: “Ciao Nicola. Ho parlato con il responsabile HR ed ha avuto un’ottima impressione. La prossima settimana ci incontreremo nuovamente e ti farò un’offerta di lavoro. Buon fine settimana!”.
Una risposta decisamente incoraggiante, eufemisticamente parlando.

Con la dovuta cautela preferisco attendere risposte definitive. Decido nonostante tutto di premiarmi con una cena a cinque stelle.

Prima portata: pizza surgelata “Tradizionale” del dr. Oetker, un nome che desta spavento. La pizza è agli spinaci, perché è appunto tradizione, in Italia, aggiungere spinaci alla margherita.
L’elegante scatola nera mostra zone e persone inequivocabilmente italiane: pizzaioli probabilmente nordafricani, un forno a legna, gente in Vespa. Non vedo il mandolino, ma confido nel futuro.
Le immagini sono a garanzia della genuinità e originalità del prodotto (come visibile sul retro preparato in Germania). Al di là dell’aspetto, è una delle migliori pizze che abbia mai mangiato qui in Svezia. Morbida, saporita e senza eccessi di aglio. Promossa.
Soft drink: una cola “open-source”, la “Cola Ubuntu”. Al di là del caso di omonimia, la bevanda è semplicemente un prodotto fair trade. Vagamente somigliante al più noto prodotto Yankee, il drink è gradevole.
Dessert: uno dei prodotti nazionali d’eccellenza, il Kanelbullar. Trattasi di una palla di pasta con granella di zucchero e marmellata, il tutto condito con cannella, una spezia tanto cara agli svedesi che dà il nome al dolce.

Per oggi ho assunto fin troppi carboidrati. Doppia razione di flessioni. E Buonanotte!

  • graz

    Mitico Nick! 😉

    A proposito, il racconto del tuo colloquio era davvero divertente! Suppongo che, se non fosse stato perché era – appunto – un colloquio di lavoro, sarebbe stato divertente anche sostenerlo! 😉

    Un mega-in bocca al lupo!

    A risentirci

    • spidernik84

      Grazie. In effetti con il senno di poi è tutto divertente.
      Crepi il lupo, tengo in fresco la bottiglia per quando avrò firmato :).

  • zita

    congratulazioni e speriamo che vada tutto bene. Appena sei a posto vengo a trovarti!!,così magari decido di trasferirmi anch’io zita

  • Federico Rubagotti

    dr Oetker = Cameo (in Italia)

    è l’equivalente di una pizza “ristorante” agli spinaci:
    http://www.spesain.it/foto/cameopizzaspinaci_001.jpg

    quindi nulla di che: la producono a desenzano 😀

    continua così: complimenti 😀

    • spidernik84

      Sapevo sapevo ;D. Chissà perché ha un altro nome da noi :).
      Grazie per il supporto… credo cerchino anche sviluppatori, se ti interessa. Vero è che ti ho perso di vista. Di cosa ti occupi ora?

      • Federico Rubagotti

        Mi sono laureato ad inizio febbraio con una tesi sulla simulazione di gruppi di pedoni in ambienti strutturati usando automi cellulari.

        Per qualche mese rimango in università per fare qualche pubblicazione. Intanto sto imparando Scala 😀

        • spidernik84

          Usti sembra una cosa cool! 🙂 Sempre più nella ricerca avanzata.
          Dovrò decidermi anch’io ad imparare qualcosa di programmazione. Per ora mi dedico al bash scripting.
          A presto!

  • Alex

    E vai!!! In bocca al lupo spidernick84!!!
    Pure qui si è sbloccato. Ho ricevuto due proposte da prof per continuare studi. Ora devo solo scegliere. Uff, che fatica… ma ce l’ho quasi fatta.
    Dopo la famigerata gavetta italiana – non mi vergogno a dirlo, quasi 20 anni – ogni attesa pare infinita. Uno proprio arriva sdrenato.
    Alex : )

  • Alex

    P.S. Per favore, elimina messaggio doppio – quello con “anni” scritto con una “N” sola. ARGH – grazie ; )

    • spidernik84

      Grazie, crepi il lupo! Finché non ho firmato non mi sbilancio, lo ripeto :D.
      Ottimo anche per te! Però aspetta, questa opportunità è in Svezia o Ita?

  • Alex

    In Svezia!

    • spidernik84

      Ah! Ottimo allora :D. Sembra che l’anno nuovo porti nuove speranze un po’ a tutti, qui.