Lavoro,  Svezia

Diario svedese – scritto n.48: identità

Novità. Tutte in fila.

Settimane piuttosto agitate, le ultime due trascorse: come scritto nel post precedente, il documento ricevuto dal Migrationsverket mi ha letteralmente aperto le porte del sistema svedese.
Pochi giorni dopo la richiesta, nella buca delle lettere è comparsa anche la lettera dello Skatteverket contenente l’agognato Personnummer (al terzo tentativo). Dopo oltre sei mesi di pene e bestemmie sono riuscito ad entrare nelle grazie del grande fratello svedese!

Con questo numerino ho poi aperto il conto in banca e richiesto la carta di identità svedese, giusto per far le cose bene. In ultima istanza ho avviato le procedure di attivazione della connessione internet.
Queste procedure sono tutte strettamente legate. A tal proposito ho creato un diagramma di flusso molto nerd. Nel caso trovaste inesattezze vi chiedo di avvisarmi. Questa è l’idea che mi sono fatto delle “connessioni”. Le frecce significano “necessita di”:

Diagramma dei documenti e servizi svedesi

Oggi ho inoltre concluso il mio percorso per la certificazione Cisco CCNP passando l’ultimo esame. Una liberazione! Ricolmo di giubilo ho approfittato del tempo quasi primaverile per scattare delle commoventi fotografie. Agli stoccolmesi sarà ben nota la location: Strandvägen.

E, per concludere, ho avuto la conferma definitiva: lunedì si inizia con il lavoro! Inauguro dunque ufficialmente la categoria “lavoro”, in modo che chi dovesse leggermi non sia costretto a smazzarsi l’intero blog per le info specifiche che cercherò di condividere questa nuova fase della mia “missione” :).

Naviga nell'antologia Diario Svedese<< Diario svedese – scritto n.47: sofferte decisioniDiario svedese – scritto n.49: la prima settimana di lavoro >>

Nicola “spidernik84”, si è trasferito nel Settembre 2010 a Stoccolma, in Svezia. In questo blog troverete il resoconto della sua avventura in terra scandinava, un lungo viaggio alla ricerca di un impiego e di nuove opportunità, ricco di avventure inconsuete e testimonianza delle sorprese che un trasferimento all’estero presenta. Ad inizio 2019 lascia temporaneamente la Svezia per un periodo sabbatico nel circuito WWOOF.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: