• Svezia

    How to survive the Swedish winter

    The author describes the strategies for facing the long Swedish winter Nota: questo articolo è disponibile in italiano qui 🇮🇹 Note: The article contains affiliated links. Purchasing the linked products will provide me a small commission. Thanks ❤️ The following article is possibly the longest I have ever written, and rightly so. I am about to describe the most known and feared amongst the many faces of Northern Europe: the long, cold, dark and poetic Swedish winter. And in this post I will be describing how to best face it.

  • WWOOF

    Diario Agreste – scritto n.7: quinta tappa, Notaresco, Abruzzo

    L’autore nella terra di D’Annunzio. Vita in famiglia, giardinaggio e viticoltura Mi lascio alle spalle la Toscana a bordo del regionale per Faenza, e presto salgo a bordo dell’Intercity Bologna-Lecce. Tratta interessante, si affaccia sulla costa adriatica e attraversa Emilia-Romagna, Marche, Abruzzo, Molise e Puglia. Il convoglio avanza con moderata velocità, dando modo di apprezzare il litorale e i bagnanti intenti nelle tipiche attività da vacanzieri.

  • WWOOF

    Diario Agreste – scritto n.6: quarta tappa, Pelago, Toscana

    L’autore sempre in Toscana, questa volta in quel di Firenze. Ulivi e socializzazione. Rieccomi in viaggio, con un percorso molto più breve. Prendo infatti il treno da Pontedera a Firenze, stazione di scambio, dove l’ennesimo ritardo mi costringe a sgomitare per l’affollata e a me ormai familiare Santa Maria Novella. Calpesto turisti, prendo a calci cani, spingo a malo modo passeggini, riuscendo infine a salire a bordo del regionale per Pontassieve a dispetto di una coincidenza di sette minuti scarsi. Viaggio privo di eventi degni di nota, temperature esterne in deciso aumento, come visibile dallo schermo a bordo treno: 41 gradi. Ad attendermi a Pontedera c’è Ilaria, mi accoglie allegra…

  • WWOOF

    Diario Agreste – scritto n.5: terza tappa, Montefoscoli, Toscana

    Il viaggio L’autore in Toscana nell’agriturismo a conduzione familiare. Piacevoli condivisioni nella campagna toscana. É una fresca mattina di Maggio, lascio l’appartamento di Devis e Monica e mi incammino verso la fermata degli autobus. L’aria di Raveo è cristallina e pulita, e come nei giorni trascorsi non incontro anima viva.Giungo alla fermata con qualche minuto di anticipo. Gran fortuna, vista la partenza anticipata dell’autobus. Fossi giunto in orario l’avrei perso, con tutte le conseguenze del caso!Il viaggio verso Tolmezzo è in compagnia di giovani studenti, la scuola non è ancora terminata. Al termine del viaggio incontro l’autista di autobus del viaggio di andata. Simpatico, si ricorda di me e mi…

  • WWOOF

    Diario agreste – scritto n.4: seconda tappa, Raveo, Friuli-Venezia Giulia da Pecoranera

    L’autore a Raveo da Pecoranera. Serre, autosussistenza e vita agreste Sono in viaggio da Verona alla volta di Raveo, Friuli, nel cuore della Carnia. Obiettivo della missione: incontrare Devis “Pecoranera” Bonanni.Ex Informatico, Devis ha deciso una decina d’anni fa di lasciare l’ufficio per dedicarsi anima e corpo ad un progetto di autosussistenza, appunto Progetto Pecoranera. Ha raccontato del percorso in due libri, “Pecoranera – Un ragazzo che ha scelto di vivere nella natura“, e “Il buon selvaggio – Vivere secondo natura migliora la vita“, entrambi editi da Marsilio.A dieci anni di distanza da quella importante scelta, Devis gestisce con la compagna Monica un’attività agricola in piccola scala, producendosi buona parte…