Diario svedese – scritto n.53: lavoro e vita estiva

Resoconto di un’estate ormai trascorsa. Traguardi inaspettati sul lavoro.

Ho ricevuto diversi messaggi tra l’ansioso, il curioso e il colmo d’apprensione in merito al mio prolungato silenzio. Qualcuno mi credeva defunto mentre altri, meno premurosamente, ipotizzavano stessi spendendo il mio tempo tra feste, peccati e lussuria. No.

Leggi tutto “Diario svedese – scritto n.53: lavoro e vita estiva”