Diario svedese – scritto n.43: pesca la carta, tira il dado, gira la ruota

L’autore e l’inizio di settimana a sorpresa.

La paziente attesa sembra aver finalmente portato i suoi frutti. Con non poca sorpresa ho ricevuto nel giro di un paio di giorni due nuove proposte di lavoro presso aziende di un certo spessore. Siamo ancora alla fase “colloqui tecnici”,  dunque nulla di certo. In compenso si sono accorti della mia umile esistenza!La prima posizione è quella di tecnico di supporto madrelingua italiano presso un’azienda che gestisce transazioni bancarie e borse, la seconda è di tecnico di rete “puro” presso una compagnia di scommesse sportive. Pur non amando particolarmente il campo finanziario ed in barba ad ogni etica e morale, mi sono per l’occasione trasformato in un mercenario delle TLC: così come i gestori delle autostrade si disinteressano delle merci che transitano sulle loro arterie, io mi disinteresso del contenuto dei pacchetti che circolano sulle fibre e sui CAT6. Non è il caso di fare gli schizzinosi su ‘ste cose.
Delle due proposte, la seconda è particolarmente appetibile: il contatto è avvenuto con il capo-tecnico e il colloquio di giovedì mi aiuterà a valutare, per la prima volta dopo due anni di tormentati studi, le mie reali competenze in campo di networking. Una cartina al tornasole, insomma, dopo tanti mesi trascorsi in compagnia di GNS3 lanciando bestemmie verso l’IOS.
Le novità non si fermano qui: anche TeliaSonera si è rimessa in contatto con me per aggiornarmi sullo stato delle assunzioni. Verrò ricontattato giovedì per maggiori dettagli, mi è stata rinnovata la richiesta di disponibilità per lavorare già da lunedì. Nulla di sicuro, come sempre, ma trattasi di un interessante segnale.
Ciliegina sulla torta: con non poca sorpresa è giunta la chiamata di una vecchia conoscenza, sparita nel nulla dopo il colloquio di Novembre. Esatto, se ne parlava nello scritto 33.

Orbene, dopo quasi cinque mesi di attesa mi ritrovo da un giorno all’altro con quattro potenziali posizioni di lavoro una più interessante dell’altra. La domanda è: come può, chi si ritrova in difficolta  già nella scelta di un detersivo per vestiti, sapere quale sia la strada giusta da imboccare? La risposta dopo i colloqui di domani e giovedì.