U2 are back!

alb019-01.jpgDopo tanto “negative-blogging” finalmente qualcosa di positivo.
Novembre 2004 è un mese meraviglioso: oltre all'uscita di Half Life 2 (ne parlerò non appena l'avrò acquistato), due giorni fa è uscito l'ultimo album degli U2, grande band irlandese di cui sono fan da un po' di anni (grazie cugi, mi hai mostrato la retta via 🙂 ). Ovviamente io ce l'ho già (non chiedetemi come l'ho ottenuto, lo sapete. Sono fermamente deciso a comprarlo originale, in ogni caso).
L'album, How To Dismantle An Atomic Bomb, punta a recuperare lo stile dei primi dischi della band, come i capolavori “Rattle And Hum”, “The Joshua Tree”, e altri. Fondamentalmente un ritorno ai fasti c'è, mancano però, a detta mia, grandi pezzi del calibro di “I Will Follow”, “Where The Streets Have No Name”, etc. HTDAAB, in ogni caso, non delude: l'apertura dell'album da parte di un fantastico pezzo come Vertigo e la presenza, nel cd, di tracce notevoli come “City Of Blinding Nights” e “Origin Of The Species”, nonchè richiami dal penultimo lavoro della band di Dublino, “All That You Can't Leave Behind”, rendono l'ascolto piacevole ed emozionante…