News da Bruxelles

sun.jpegit.png Ecoblog, la mia fonte di informazione prediletta sugli argomenti di carattere ambientale, oggi mi delizia con una perla di cui ero assolutamente all’oscuro: si è infatti recato ieri al parlamento europeo il mattatore Beppe Grillo, accompagnato dal competente Luca Mercalli, meteorologo professionista.
Tema della giornata la sempre più “scottante” (perdonatemi il gioco di parole) questione “mutamenti climatici”. Ecoblog era presente a Bruxelles per filmare l’intervento di Mercalli.

Il meteorologo ha presentato, dati concreti alla mano, alcune prove tangibili a dimostrazione della gravità dei cambiamenti climatici in atto. La relazione di Mercalli, conciso e diretto, lascia poco spazio alle contestazioni.

La presa di coscienza da parte di una sempre più cospicua fetta di professionisti, scienziati, esperti, oltre al sempre più pressante tam-tam mediatico in merito alla veridicità delle supposizioni maturate già qualche anno fa riguardanti l’instabilità del sistema climatico aiutano a comprendere la fondatezza dei sospetti avanzati già qualche anno fa. A suo tempo mi sentii definire da terzi come la “Cassandra” di turno, iettatore e pessimista, inutilmente negativo e catastrofista. Criticato per la promozione di una politica contro lo spreco; antiprogressista per aver suggerito l’uso di mezzi alternativi all’auto; anormale per non aver assecondato la moda dello sperpero gratuito; inguaribile sognatore per aver desiderato un mondo dove le fonti alternative, le abitazioni a basso impatto ambientale e il risparmio energetico fossero realtà. I fatti sembrano dare ragione ai rompipalle come il sottoscritto, che già a suo tempo mettevano in guardia sui limiti di uno sviluppo sfrenato e irrazionale. Sarei curioso di ascoltare l’opinione di questi signori, ora che il tempo comincia seriamente a stringere. Lo ammetto, farei carte false per aver torto, metterei il mio orgoglio da parte per una volta ed ammetterei candidamente l’errore, poiché ritengo in questo caso trascurabile la correttezza della mia posizione in confronto al bene dell’umanità intera.

Tornando a noi: su ecoblog il video dell’intervento (durata ventiquattro minuti circa). Uh, ad un certo punto viene pure citato il nostro inceneritore ASM di Brescia, orgoglio della provincia.

Nel secondo video (più corto, quattro minuti) viene trattato il problema della famosa delibera CIP6 tramite la quale, a causa dei “soliti interessi forti”, inceneritori ed altre fonti non ecologiche vennero assimilati alle fonti rinnovabili, inizialmente le sole a poter beneficiare dei finanziamenti statali.
La parte più sensazionale del video è però un’altra, da scuotere le fondamenta del sistema politico italiano: a Settembre il comico Genovese potrebbe seriamente divenire leader di un partito politico in piena regola. Mi domando la ragione per cui ci abbia messo tanto 🙂
Dai Beppe, cerca di non farti ammazzare prima…

Now playing: Frequence3 Webradio