Diario svedese – scritto n.53: lavoro e vita estiva

Resoconto di un’estate ormai trascorsa. Traguardi inaspettati sul lavoro.

Ho ricevuto diversi messaggi tra l’ansioso, il curioso e il colmo d’apprensione in merito al mio prolungato silenzio. Qualcuno mi credeva defunto mentre altri, meno premurosamente, ipotizzavano stessi spendendo il mio tempo tra feste, peccati e lussuria. No.

Nessuna delle due opzioni: assai meno cinematograficamente, gli impegni lavorativi sono cresciuti a dismisura e il poco tempo libero sto tentando di trascorrerlo “là fuori”. Come è noto, l’estate alle alte latitudini ha durata effimera.
Pur breve, la stagione si è comunque dimostrata gradevole. Un meritato premio dopo l’eterno inverno.
Tolto un paio di giorni con temperature quasi tropicali (35 °C), in questi mesi il termometro oscillava attorno ai 25 °C parecchio ventilati. Qualche acquazzone e giusto una timida grandinata hanno scongiurato la monotonia. Stoccolma in estate si trasforma: l’umore degli svedesi trae un reale beneficio dalla maggior presenza di sole e la capitale è più viva. I festival musicali si concentrano in questi pochi mesi di festa, e gli eventi “speciali” non mancano. Nella galleria fotografica trovate alcune fotografie dei famosi ritrovi “raggare”, resi topici dalla presenza di personaggi curiosi ed auto americane a profusione.
Parlando di eventi particolari: in queste due settimane si sta svolgendo il gay pride, manifestazione parecchio apprezzata a Stoccolma, che ricordo essere la capitale gay d’Europa. Giusto a beneficio dei lettori…

Riguardo l’aspetto professionale: il lavoro impegna sempre più, fortunatamente le soddisfazioni non mancano. L’affiatamento della squadra cresce di giorno in giorno e i lavori si fanno interessanti. Mi sono concentrato per un mese su di un progetto che consisteva nella migrazione della rete interna su apparati Cisco. Con gran gioia, e non senza preoccupazioni, il lavoro è andato a meraviglia. Si attendono riscontri.
Tra i tanti piacevoli diversivi offerti dall’azienda vi è stato un paio di grigliate all’aperto (in orario extra-lavorativo, chiaramente). La partecipazione è stata notevole con circa una cinquantina di persone tra figli, mogli, amici e così via. Oltre a qualche foto dell’evento, ho finalmente trovato il tempo di immortalare l’ufficio approfittando dell’esodo estivo dei colleghi.

Giusto un giudizio sommario sul lavoro, a quasi cinque mesi dal mio ingaggio: non posso che confermare nuovamente la piena soddisfazione sia per quanto riguarda il rapporto con i colleghi e con il mio capo, sia per quanto concerne l’approccio al lavoro di cui sono testimone e protagonista. I metodi, i ritmi e la possibilità di crescita professionale che quest’azienda mi sta permettendo di apprezzare sono un dono di cui sto facendo grande tesoro. Le riflessioni e i confronti con i ritmi italiani sono ovvi, ritengo tuttavia saggio evitare qualsiasi esternazione su uno spazio pubblico come un blog.
Ora resta solo da farsi assumere…

  • Well, ad onor del vero la capitale gay d’Europa è Amsterdam. Ciò non toglie che il gay pride a Stoccolma sia stato notevole e che merita un post dedicato da parte mia 🙂

    • spidernik84

      Azz, ero convintissimo fosse Stoccolma. Ma non lo è mai stata? Devo rivedere le mie fonti. Grazie per la precisazione, correggiamo testè!

      • Mauro

        Ciao Nicola,
        mi chiamo Mauro e sono di Alessandria..Ho trovato il tuo blog in rete e diciamo che ho letto tutti i tuoi post dal 2010 ad oggi credo in 2 ore in una fredda notte milanese…ormai siano anche da queste parti al freschino…Non so bene neanche io del perche’ ti scriva..non ho bisogno di coraggio,ne di aiuto,ne di supporto ma sentivo l’esigenza di scriverti dato che il prossimo anno vorrei cercare lavoro ad Amsterdam o a Stoccolma.Anche io sono un Tecnico CIsco (ccna e ora ccnp in corso) e mi chiedevo se ti andrebbe,quando hai tempo di avere una piccola chat per conoscersi. Mi trovi in facebook se ti va ALEXANDER MAURO SUPERTRAMP oppure hai la mia mail qua o anche in skype farci una chiaccherata : maurofluway
        Mi piacerebbe porti alcune domande di persona. UN saluto e spero davvero in una tua risposta.

        Mauro

  • Mary

    Eccolo il post tanto aspettato! Ottimo..siamo contenti che proceda tutto bene e che i tuoi sforzi stiano dando i risultati tanto sperati 🙂
    Ci si vede quando ti fai le ferie in Italia!! Intanto un saluto da parte mia, di Leo e dei miei!

  • anggun

    hello nicola…do u still remember me???
    i appreciate with ur blog..
    but can u post it in english language…so it easy for everyone to read it…
    thanks and good luck for you….

    • spidernik84

      I do! 🙂
      I’m sorry but it’s a bit complicated to translate such long articles each time I write them… most of the readers are from Italy!
      Did you try Google Translate? 🙂
      Cheers