Berlusca pro-nucleare

nucl.jpgHo letto proprio oggi di una dichiarazione del Premier: il Cavaliere starebbe spingendo ad un ritorno al nucleare come fonte di energia per il nostro paese, al fine di colmare le lacune e le deficienze energetiche da cui siamo attualmente colpiti.
Sono abbastanza d'accordo con Berlusconi, per quanto avrei preferito vedere maggiori investimenti in fonti energetiche un po' meno paleolitiche: diciamocelo, il nucleare va bene, ma lo spauracchio dell'olocausto e i costi di gestione degli impianti/smaltimento delle scorie non vanno dimenticati.
Ciò che mi fa più girar le palle è sentire le secche proteste dell'opposizione e, soprattutto, di quelli che amano definirsi “Gli Ambientalisti“(manca che ci fanno un film del terrore…). “E il nucleare fa paura, e ci si dimentica del referendum, e qui, e la” i primi, “e le scorie e l'inquinamento” i secondi. Ai primi rispondo con un sentito “andate a farvi benedire, voi pronti a lamentarvi di ogni affermazione sia del premier sia dei vostri stessi amici di sinistra”. Invito invece i secondi a smetterla di fregiarsi del titolo di ambientalisti, quando di ambiente e rapporto scienza-natura sanno tanto quanto la mia cuginetta di 3 mesi sa degli integrali e delle derivate! Vi opponete al nucleare? Bravi! Cosa preferite? Chilometri quadrati di impianti vetusti e fatiscenti che vomitano nell'atmosfera tonnellate di polveri inquinanti? Amate vedere l'oro nero riversarsi negli oceani solo x' trasportato da carrette che viaggiano da più di trent'anni?
Cominciate ad aprire i vostri orizzonti invece di arroccarvi ai soliti luoghi comuni, e documentatevi, ignoranti! Il nucleare è in rapporto molto più pulito del petrolio, fornisce più energia e che ci siano impianti o meno in italia poco ci frega, tanto c'abbiamo i francesi a qualche centinaio di km che hanno il loro territorio zeppo di centrali. Un botto e lo schifo arriva da noi, tantovale non farci caso…

Tornando a noi: mi risulta che la situazione climatica sia sempre meno rassicurante. Due giorni fa nevicava e andare a spasso non sufficientemente coperti era un suicidio. Oggi ero in treno in maglietta, occhiali da sole, finestrini abbassati. A Milano martedì c'erano -2 °C, oggi 12. Dieci gradi di differenza in tre giorni? Vada che c'è il Phon, ma mi pare un poco eccessivo…
Cosa succede, insomma? Non venitemi a dire che è normale…Giusto questo pomeriggio un amico mi fa “guarda, c'è un'ape! Ma…cammina, non vola!”. Ovvio poverine, con sti sbalzi son talmente rincoglionite che escono credendo sia già primavera, ma la temperatura non è ancora sufficientemente alta e ci restano secche.
Gente, api a parte sta storia non mi fa dormire tranquillo. NON è affatto normale…

  • Silvietta

    A me tutto sommato il nucleare spaventa, forse per i vari disastri passati.
    A mio parere si potrebbe benissimo evitare, nel nord italia è pieno di centrali idroelettriche dismesse, perché, per non so quale accordo europeo, siamo obbligati a prendere energia dall'estero.
    Non ho mai capito queste politiche comunitarie che penalizzano il nostro stato!

  • spidernik84

    Si infatti hai pienamente ragione Silvia. Fondamentalmente ho più a cuore il rispetto dell'ambiente che la sicurezza della popolazione, è x quello che in conclusione “tollero” il nucleare. Pigliatemi per pazzo insensibile, ma è la mia posizione…
    Il massimo sarebbe investire su qualcosa di veramente innovativo, affidabile e sicuro, saremmo contenti noi in primis, e ne gioverebbe l'ambiente. Come ben sappiamo dove non c'è profumo di verdoni l'uomo non si arrischia, purtroppo…

  • DIABOLIK

    Sono d'accordo con la riapertura delle centrali nucleari, in modo da avere un'energia alternativa, ma l'unica cosa di cui mi preoccuperei sono i sistemi di sicurezza (volti, in caso di fughe nucleari, a far evacuare i cittadini), e anche la bassa diffusione di queste, ma cmq la loro presenza sarebbe un incentivo in più.Ovviamente ci sono PRO e CONTRO.
    PRO: la presenza di un'energia alternativa
    CONTRO:le rivolte degli ambientalisti e dei cittadini, facendo riferimento al referendum;
    La preoccupazione dei cittadini che una centrale nucleare possa esplodere provocando danni irreversibili.
    Insomma, ci sono due “SPACCATURE” contro questo argomento.
    Cmq spidernik, sono d'accordo pur io con te sul fatto che sia strambo lo sbalzo di temperatura che c'è stato in questi giorni.