400 km/h a batteria…a che scopo?

All'università di Tokyo ha preso vita una supercar molto particolare, Eliica, capace di raggiungere i 400 km orari con valori d'accelerazione semplicemente impressionanti: da 0 a 100 in 4 secondi e da 0 a 150 in 7 secondi nonostante il ragguardevole peso di oltre due tonnellate.
La vettura è nata dalla mente dell'inventore Hiroshi Shimizu, e va più di una porsche 911. Ciò che rende interessante il veicolo non sono però le doti velocistiche, ma il tipo di motore: elettrico.

Ora, la mia domanda è questa: che senso ha investire denaro e tempo per progettare e assemblare un'automobile al solo scopo di battere un record di velocità? Bene, avete dimostrato che una macchina elettrica fa i 400 all'ora, fighissimo, ma a quale pro?
Invece di costruire mezzi realmente utili per la popolazione come vetture ad energia solare piccole e maneggevoli mi creano razzi da oltre due tonnellate e 150.000 dollari di prezzo che solo il sultano del Brunei potrebbe permettersi…
Perchè per una buona volta non facciamo un uso sensato e produttivo del nostro genio?

fonte: autoexpress

  • Fabrizio

    Penso che la soluzione tu la sappia meglio di me…

    petrolio.. finchè ci sarà quello e soprattutto la gentaglia che ci specula sopra….

  • Ecoblog

    Secondo me invece e' una ficata. Anzitutto ci sono le ricadute tecnologiche della ricerca che immagino saranno positiva. In secondo luogo e' bello sapere che un'auto elettrica pompa cosi' tanto. Cosi' il prossimo che mi dice che l'elttrico non si afferma perche' il motore a scoppio e' migliore lo rimando al progetto Eliica.
    O no? 🙂