Diario svedese – scritto n.60: il lavoro in Svezia – due anni dopo

Osservazioni sul mondo del lavoro in Svezia a poco meno di due anni dall’assunzione.

Sono trascorsi ormai più di ventiquattro mesi da quel lontano quindici Settembre 2010 che mi vide incamminarmi, spinto dalla speranza e verso l’ignoto, lungo una strada di cui non vedevo la fine. Partii, romanticamente, più per il piacere del viaggio che per il raggiungimento della meta. Flebile il ricordo dei sentimenti provati. Ne ho una vaga idea, di certo dovevo essere molto motivato. E arrabbiato. Un po’ deluso, certamente.

Leggi tutto “Diario svedese – scritto n.60: il lavoro in Svezia – due anni dopo”

Diario svedese – scritto n.58: viaggi di “lavoro” e ricongiungimenti

L’autore nuovamente a Malta. Ricongiungimenti.

Mesi senz’altro ricchi di avvenimenti, a conferma di ciò un’assenza di aggiornamenti fin troppo prolungata. Mi riprometto ogni volta di risparmiare al blog un immeritato disinteressamento, puntualmente disattendendo il nobile proposito. Fa male ammetterlo ma il “blocco dello scrittore” è sempre in agguato, complice una vita che non sempre lascia spazio all’ozio e che, vista la mia professione, trasforma il PC non in uno svago, bensì in un oggetto su cui si spende quasi la totalità della giornata. Leggi tutto “Diario svedese – scritto n.58: viaggi di “lavoro” e ricongiungimenti”

Diario svedese – scritto n.56: ancora a spasso

L’autore in giro per l’Europa. Considerazioni d’inverno.

Il lavoro occupa sempre più spazio nella mia vita, circostanza non necessariamente positiva. Negli ultimi mesi ho effettuato due trasferte a Londra, aventi per obiettivo l’allestimento del nuovo ufficio inglese.
Esperienze decisamente positive, nonostante il tempo a disposizione limitatissimo (tre giorni ciascuna).

Leggi tutto “Diario svedese – scritto n.56: ancora a spasso”

Diario svedese – scritto n.55: l’avventura maltese

Cronache della prima trasferta lavorativa.

Rientro dalle ferie con sorpresa. Nemmeno il tempo di perdere la tenue abbronzatura che ricevo la sorprendente notizia:
– “Andrai in trasferta a Malta, c’è del lavoro da fare”.
Io: “uh, quando?”.
– “tra due settimane. Andrai da solo”.
Pur avendo alle spalle, questo blog ne è testimone, una trasferta ben più impegnativa, la mia espressione è stata grossomodo la seguente: 😐

Leggi tutto “Diario svedese – scritto n.55: l’avventura maltese”

Diario svedese – scritto n.52: server e pasticcini

L’autore e la socialità in azienda. Hardware e pasticcini.

I giorni trascorrono tranquilli a Stoccolma e comincio ad adattarmi ai nuovi ritmi. Nel post precedente scrivevo del clima sempre più primaverile, caratterizzato da giornate soleggiate e temperature miti.
Nelle ultime due settimane la primavera ha mostrato qualche tentennamento; in particolare ho provato il piacere dei primi acquazzoni svedesi, conditi con una manciata di grandinate casuali ed improvvise, il tutto con quel pizzico di vento gelido che fa sempre bene (nonostante il mio sistema immunitario non presenti particolari debolezze, il raffreddore e il mal di gola non li ho potuti evitare).

Leggi tutto “Diario svedese – scritto n.52: server e pasticcini”

Diario svedese – scritto n.49: la prima settimana di lavoro

L’autore alla sua prima settimana di lavoro. Introduzione alle dinamiche del lavoro in Svezia.

Quello che mi accingo a scrivere è certamente uno dei post più importanti dall’inizio del mio lungo viaggio. Lunedì ha infatti avuto inizio un nuovo capitolo dell’avventura svedese: la scoperta del mondo del lavoro.

Dopo una notte pressoché insonne, mi reco in azienda con un certo nervosismo da “prima volta”. Vengo accolto dal team di tecnici e mi viene subito mostrata la postazione di lavoro: “Benvenuto! Come prima cosa, assemblati il tuo pc!”.

Leggi tutto “Diario svedese – scritto n.49: la prima settimana di lavoro”

Diario svedese – scritto n.48: identità

Novità. Tutte in fila.

Settimane piuttosto agitate, le ultime due trascorse: come scritto nel post precedente, il documento ricevuto dal Migrationsverket mi ha letteralmente aperto le porte del sistema svedese.
Pochi giorni dopo la richiesta, nella buca delle lettere è comparsa anche la lettera dello Skatteverket contenente l’agognato Personnummer (al terzo tentativo). Dopo oltre sei mesi di pene e bestemmie sono riuscito ad entrare nelle grazie del grande fratello svedese!

Leggi tutto “Diario svedese – scritto n.48: identità”