Silvio, "è tuto[sic] intorno a te"

banana.jpgE' appagante far ritorno alla propria dimora dopo una giornata in “trasferta” e scoprire, magno cvm gaudio, che la news del giorno degna di prima pagina riguarda ancora una volta l'ex-presidente del consiglio. Una gag da Rodolfo Valentino ad uno show televisivo ed ha inizio l'apocalisse: la moglie frustrata e bisognosa di attenzione mediatica scatena un casino di proporzioni bibliche scomodando addirittura il sistema di informazione nazionale, avido di gossip, per sputtanare il marito cattivo e pedofilo colto con le mani nella marmellata.
Credo, senza dubbio alcuno, che si sia giunti ad un livello non ridicolo (già superato anni fa), non deprimente (già raggiunto con l'elezione del governo Prodi), non raccapricciante (la Loren sul calendario Pirelli 2007), ma vomitevole, disgustoso, stomachevole, da far ribrezzo. Passi il GF, passi Maria “Vladimir” De Filippi, passino TG5, TG4 e Studio Aperto versione tv di Eva 3000, ma che per una cagata tra marito e moglie, per quanto in vista, vengano lanciate a reti unificate scuse “ufficiali” da un ex presidente del consiglio è cosa possibile solo in un paese di buffoni. Ci siamo meritati la prima pagina sulle testate di mezzo mondo, pure sulla BBC, per cazzate che mi fanno venir voglia di riconsiderare la bassa opinione che ho di Beautiful e Sentieri. Viviamo nella repubblica delle banane.
Cristo, dov'è il mio Novi fondente extra, mi sto fottutamente deprimendo.

Creative, un'azienda seria

Ricordate il Creative Zen V Plus, player che non esitai a ricoprire di elogi qualche post fa? Bene, giusto ieri ho avuto modo di riaverlo tra le mani dopo un periodo di allontanamento
Ebbenesì, tali furono gli elogi e sì tanto prolissa la decantazione del prodotto che, dopo l'invio in assistenza causa malfunzionamento a soli due mesi dall'acquisto, ho preferito soprassedere vergognosamente e chiudermi in penitente silenzio 🙂
A parte gli scherzi: ero soddisfattissimo del lettore quando, con mio grande rammarico, un'intera linea orizzontale di pixel del display mi è “morta” di fronte agli occhi senza più riaccendersi. In preda al fastidio e alla frustrazione ho contattato l'assistenza tecnica, dopo un breve scambio di email con l'operatore (gentilissimo e rapidissimo) mi son prodigato di inviare (a mie spese, vabbè, 5 euro di assicurata) il player all'hub di Cosenza (d'oh…niente pregiudizi 😉 ).
Nel giro di due settimane mi hanno spedito, gratis, un lettore sostitutivo nuovo di pacca. Che dire, una serietà che non mi aspettavo, complimenti alla Creative. E posso di nuovo farmi una cultura musicale in campo metal e industrial rock sul treno, ma vieni!

Vi aggiorno sul dibattito climatico: sembra che i recenti scombussolamenti del clima siano stati presi in considerazione anche da chi sta “in alto”. I ragazzi di Ecoblog segnalano infatti la presa di posizione di 10 influenti colossi dell'industria, i quali si starebbero muovendo per spingere maggiormente sul risparmio energetico e sull'approccio ecologico in campo industriale. Dettagli nell'articolo di Ecoblog. E' palese il movente economico e non ecologista, ma per una volta va bene così, saremmo contenti almeno per metà.
Oh, vado a dormire contento, per una volta non devo spararmi una dose di cioccolato in vena…

Appunti di giornale

newspaper.jpgVisitando per caso il sito del Corriere mi sono imbattuto in un articolo sufficientemente esaustivo sulla questione “mutamenti climatici“. Vi consiglierei di darci una lettura attenta, nel caso non foste al corrente (possibile? Ormai vi dovrei aver fatto una testa così 🙂 ).
Non posso chiudere il post senza tono polemico, non sarebbe da me. I più attenti avranno già notato la contraddizione tra il tema trattato nell'articolo e i contenuti “accessori” della pagina web…:D

Per sicurezza ho scattato uno screenshot della pagina.

Non l'avete ancora notato? Male. La pubblicità: tre banner su tre sponsorizzano automobili, per l'esattezza Renault, Peugeot e Daimler Chrysler. E' uno dei drammi del sistema di informazione, asservito alle grandi industrie, veicolo di bisogni indotti e spesso superflui. L'incantesimo del marketing è uno dei cancri della società, la seduzione delle immagini e dei suoni è una stregoneria. Al rogo! 🙂
Le cosa che mi irrita di più è la mancanza di pudore, questo bombardamento mediatico fa spesso leva sull'innocenza delle popolazioni più giovani.
Rivoglio topo-gigio e Bim Bum Bam 🙁

Now listening: Jem – 24

Pensieri mixati

frullatore.jpgQuesta è una settimana ricca di notizie particolari, vedo (preparatevi, il post di oggi è tediosamente prolisso). Cominciamo con la prima news, decisamente importante e quasi rivoluzionaria: ricordate il giovane napoletano Andrea D'ambra, fattosi promotore di una “crociata” contro la ridicola tassa-di-ricarica imposta dagli operatori telefonici nostrani? In caso negativo vi rimando al post relativo. Bene, ieri è andata come di consueto in onda la puntata settimanale di Ballarò, ospite nientepopodimenochè Luigi Bersani, ministro dell'”inviluppo” economico. Il ministro s'è mostrato seriamente preoccupato e interessato all'annosa questione dei costi di ricarica, sentenziando più volte di aver avviato le relative procedure per l'abolizione di quest'”obolo” tutto italiano. Finalmente, finalmente cazzo! Un applauso e un grazie ancora ad Andrea ed alla sua incredibile determinazione, noi tutti saremo sempre al tuo fianco, nonosante quel poco di buono (e << spazio riservato ad un'offesa pesante a piacimento>>) di Bersani non si sia minimamente degnato di citarti, e la tua partecipazione alla trasmissione sia stata impedita.
Le vere rivoluzioni nascono anche dal fervore di un ragazzo che dice basta alle prese in giro. Supportiamolo ed imitiamolo.
Leggi tutto “Pensieri mixati”

Mente mia ascoltami…

pensatore.jpgOrmai è palese, l'avrei dovuto comprendere eoni fa, dopo i diversi insuccessi e le ore trascorse con lo sguardo perso nel vuoto, impossibilitato a tenere con fermezza le redini della mia mente, sempre più indomabile e restia a lasciarsi ammansire dal suo padrone, ripetutamente disarcionato non appena posto dinnanzi ad un libro di testo: io non so studiare.
Mi deconcentro con un nonnulla, mi metto d'impegno tentando con tutto me stesso di esser determinato nello riuscire a focalizzare l'attenzione sui miei impegni universitari, fallendo ripetutamente. C'è chi sostiene che la corretta alimentazione sia fondamentale per la buona riuscita nei propri studi: e sia, mangio più frutta e verdura, bevo pure il thè verde, mi prenderò anche sto cazzo di ginseng, il cui impagabile sapore è a tutti noto. Nessun risultato.
Altri sottolineano quanto sia importante studiare in un ambiente tranquillo e rilassante: fatto, via il cellulare, via il pc, la televisione non ce l'ho in camera, ma non la guarderei comunque (e a ben dire). Nulla.
Dunque penso: e se il problema fosse la mancanza di “basi” teoriche e pratiche?
Leggi tutto “Mente mia ascoltami…”